RENZO BONATI
  1953
  CHITARRA ELETTRICA
Si avvicina alla chitarra casualmente all'età di 15 anni,
coinvolto dall'amico tastierista Edgardo. L'attrazione
verso la musica era comunque latente; diversamente
non si sarebbe fatto convincere.
Nel '68 inizia lo studio dello strumento con il maestro
Maver direttore del corpo bandistico di Calolziocorte ed
insegnante di chitarra-fisarmonica-batteria, sui sacri
testi del metodo di chitarra Jazz di Abner-Rossi.
Dopo alcuni anni di sodalizio col tastierista ed altri
componenti - con cui esegue alcune uscite in pubblico -
lascia il gruppo per sopraggiunti obblighi di leva.
Successivamente abbandona completamente la musica,
sino all'autunno del '95, quando viene nuovamente
coinvolto da Edgardo nel progetto Aironi Neri. In quegli
anni si era comunque fatto strada l'inconscio desiderio 
di riavvicinarsi alla musica e quindi accetta con
entusiasmo di condividere la nuova esperienza musicale.
La storia si ripete ma diverse sono le condizioni: l'età
non è un handicap, la determinazione e l'impegno non
mancano ed i primi riscontri incoraggianti per un
proficuo proseguio.
Nel '97 riprende lo studio dello strumento e frequenta
per un biennio il CPM (Centro Professione Musica) di
Milano - presieduto da Franco Mussida (PFM) -
seguendo i corsi di C.Savoia e P.LaPietra.
Utilizza strumentazione acustica ed elettrica.
Inizialmente utilizza un'acustica elettrificata FENIX
SL-90, successivemente passa ad una GUILD S4CEHG
(dalla cassa ridotta, come una solid-body) filtrata
attraverso un Di-Box BBE DI-100, in cascata un 
processore ROLAND GX-700, un equalizzatore LEM EQ
152-2 ed un enhancer stereo BEHRINGER Ultrafex Pro.
Per la parte elettrica utilizza inizialmente una FENDER
Stratocaster American Standard, in seguito opta per
una più equilibrata STEINBERGER GR (mitica chitarra
headless, senza paletta tendicorde !)  con ponte R-TREM
modificata con pick-up attivi EMG [89]Humbuckig/
[SA]Single Coil/[89R]Humbucking (come per la serie
GM) e con switch a 2 vie che consente lo split
dell’humbucking al ponte.
L'elettrica viene pre-amplificata da un BRUNETTI
Centouno, in cascata un processore ROCKTRON
Intellifex-LTD, un'equalizzatore DOD Equalizer 430 ed
un enhancer stereo BBE 462 Sonic Maximizer.
L'acustica e l'elettrica vengono poi miscelate da un
mixer BEHRINGER MX602A a 6 canali che convoglia il
tutto ad un MARSHALL Valvestate 80W a sua volta
inviato all'impianto PA da un microfono SHURE SM57-LC.
I suoi interessi spaziano dalla musica, all'informatica,
alla fotografia.
Lavora nel campo informatico da oltre vent'anni.
Attualmente si occupa di problematiche internet legate
agli accessi ed alla sicurezza.
E' inoltre il curatore del sito web.

 


last updated on:  20 giugno 2003
Copyright © 2001-2005 AironiNeri All specifications are subject to change
All trademarks are the property of their respective owners
AIRONI NERI

This page has been visited    times